Image1\\

10 consigli per i nostri amici

Facciamo subito una premessa importante: per il tuo amico a quattro zampe, come per te, una bocca pulita e sana migliora la qualità di vita. L’ottanta per cento dei cani e settantaquattro dei gatti ha problemi di bocca o denti specie dopo i tre anni di età. Aumentando la vita media dei nostri amici a quattro zampe aumenta anche la propensione a contrarre malattie prima fra tutte quelle che colpiscono la bocca. Sono soprattutto i cani di taglia piccola o toy, e i gatti di razza pura ad essere i più inclini ai problemi dentali. Secondo recenti stime solo un terzo di animali affetti da malattie della bocca riceve le dovute cure. Questi consigli vogliono essere la sintesi di un percorso che ogni proprietario, responsabile ed attento ai bisogni del proprio animale da compagnia, è chiamato ad intraprendere. Bisogna cominciare fin da piccoli. E’ un po’ come si fa con i figli: s’inizia a dedicare ogni attenzione già ai primi dentini. Così i denti e le gengive del nostro amico a quattro zampe necessitano di essere tenuti sotto controllo fin da piccoli: i denti definitivi (come i nostri) non si cambiano più. Sarà così in primis il vostro veterinario di fiducia a valutare la dentizione ed informarvi se è un soggetto a rischio di contrarre una qualche malattia del cavo orale (es. gengiviti, paradontiti, stomatiti)e, soprattutto, abituarlo da subito alla manipolazione della bocca. Nel cucciolo di cane i denti da latte (28) compaiono dalla terza alla sesta settimana. I denti definitivi (42) spuntano dal terzo mese (incisivi) al settimo mese (molari). Nel gattino i denti da latte (26) compaiono tra la terza e le sesta settimana, i denti definitivi(30) compaiono dal terzo mese (incisivi) e dal sesto mese (premolari e molari). E’ importante per cui chiedere al veterinario i controlli periodici per controllare lo stato generale del cavo orale per rimuovere placca e tartaro come dovremmo essere abituati a fare per noi. Bisognerebbe farlo almeno una volta all’anno e se nostro amico a quattro zampe ha più di otto anni una volta ogni sei mesi. La placca è un concentrato di migliaia di batteri non visibili all’occhio nudo ma solo con tecniche particolari(microscopio a fluorescenza). La placca si trasforma in tartaro, una specie di cemento giallastro che non può più essere rimossa con la semplice spazzolatura. Per cui anche il cane e il gatto devono fare conti con la placca e tartaro, la prima cosa da fare è tenere più possibile pulita la bocca del nostro animale domestico usando particolari accortezze e servendosi di spazzolini e dentifrici appositamente studiati per la sua bocca. Restomyl dentifricio, Restomyl spazzolino. E’ comunque il padrone a dover prestare attenzione ad eventuali segni di “malattie orali” specie se nostro amico è anziano. Il primo campanello d’allarme è quando la pappa resta nella ciottola. La difficoltà ad alimentarsi è , infatti, uno dei segni più evidenti del dolore che accompagna le malattie della bocca. State attenti e portatelo subito dal veterinario in modo da prevenire e proteggerlo da conseguenze più gravi come malattie a carico del cuore dei reni e del fegato causate dalla diffusione dei batteri della placca. Nel caso si siano rilevati lesioni o infiammazioni delle gengive è possibile applicare specifici gel odontostomatologici che se usati quotidianamente aiutano a recuperare la normale integrità della mucosa orale. Tra questi Restomyl gel che contiene sostanze naturali utili a ripristinare e proteggere la mucosa orale dando sollievo immediato e benessere alle gengive doloranti. Una cosa da non sottovalutare è l’alito cattivo (alitosi) che ricordiamoci che non è una sua caratteristica naturale ma indice di scarsa igiene orale o di cattiva salute. A provocarlo sono milioni di batteri della placca che liberano grandi quantità di composti a base di zolfo responsabili non solo dell’odore di uova marce o di pesce ma anche di danni veri e propri alla bocca. Non temporeggiate, parlate subito con il vostro veterinario di fiducia! Per un alito gradevole utilizzate un supplemento nutrizionale da mescolare al cibo composto al cento per cento di una selezione unica di ascophylum nodosum che è un’alga bruna tipica dell’atlantico del nord che inibisce l’adesione e la crescita dei batteri della placca migliorando l’alito già dopo tre settimane di somministrazione quotidiana (Restomyl supplemento).

In sintesi i dieci consigli per una bocca sana e pulita sono:

1. Cominciare a pensare alla sua bocca fin da piccolo

2. Portarlo dal veterinario per controlli periodici della sua salute orale

3. Rispettare le scadenze delle visite di controllo e la periodicità delle sedute della pulizia dentale

4. Spazzola i suoi denti possibilmente tutti i giorni

5. Usa un dentifricio appositamente formulato per lui,ed uno spazzolino adatto per forma e maneggevolezza

6. Proteggi le sue gengive con gel specifici, specie dopo interventi o in presenza di malattie(gengiviti)

7. Non è naturale che il suo alito sia cattivo. Quando lo è significa che la sua bocca non gode di buona salute

8. Usa quotidianamente dei supplementi di igiene orale, in grado di controllare placca, tartaro ed alito cattivo

9. Controlla la sua alimentazione, preferendo una dieta secca a quella umida

10. Stimola la sua corretta masticazione con giochi e leccornie a lui gradite